Per chi non avesse capito come va il mondo.
La nostra esistenza è surreale, siamo attaccati ad un simbolico filo che ci sorregge ma allo stesso tempo logora se stesso e purtroppo non sempre ce ne ricordiamo.
Andiamo avanti come spinti da inerzia convinti che il tempo non passi, che andrà tutto bene, dando spazio a rancori e odio, vivendo spesso per la vita di altri.
Ogni tanto ci vengono aperti gli occhi, e decidiamo di amare, di lasciarci andare, decidiamo che non ci servono le convenzioni, gli obblighi, ma nonostante questi momenti siano piccole percentuali della nostra intera esistenza, è li che siamo veramente vivi.
Non c’è niente a cui credere, è solo tutto da vivere.